SPOPOLA IL GAMAY DEL TRASIMENO ALLA MANIFESTAZIONE “GRENACHES DU MONDE”
Incetta di medaglie d’oro e d’argento conseguite dalle Cantine del Trasimeno nell’importante manifestazione di rilevanza mondiale

Grande successo di gruppo delle Cantine del Trasimeno che riportano a casa quattro medaglie d’oro alla manifestazione internazionale “Grenaches du Monde” che ogni anno mette in competizione centinaia di vini provenienti da tutto il mondo realizzati con uve a base di Gamay.
Le etichette dei produttori dei Colli del Trasimeno che hanno ottenuto il prestigioso riconoscimento della medaglia d’oro sono il Divina Villa Riserva 2017 e il Martavello 2017 rosato della Cantina Cooperativa Duca della Corgna, l’Òscano 2018 dell’Azienda agraria Carini, e C’osa 2018 di Madrevite, mentre al Rosso Principe 2018 di Cantina Nofrini e a Etrusco 2015 dell’azienda agricola Coldibetto è stata assegnata la medaglia d’argento.
“Questo vitigno che nei Colli del Trasimeno ha fatto comparsa nel diciassettesimo secolo continua a dare grandi soddisfazioni alla nostra Cantina Cooperativa ed alle altre realtà dell’area che vi hanno creduto ed investito” così esordisce il Presidente della Cantina Duca della Corgna Massimo Sepiacci. “Il risultato della manifestazione assume un connotato d’eccellenza tenuto conto di quanto sia dura e severa la competizione con centinaia di produttori di tutto il mondo che realizzano vini con lo stesso uvaggio che in altri paesi ed aree prende denominazioni assai note ma differenti dal nostro Gamay: Cannonau in Sardegna, Alicante o Garnacha in Spagna e Grenache in Francia”.
“La manifestazione – gli fa eco il Direttore di Fedagripesca-Confcooperative Lorenzo Mariani - dà lustro ad una produzione sempre più identitaria e di elevata qualità che nelle colline del Lago Trasimeno ha trovato il favore di un microclima che rende questo vino inconfondibile ed unico nel panorama mondiale. Nello spirito di squadra che ha contraddistinto la spedizione delle Cantine lacustri – conclude Mariani – mi piace evidenziare con favore che se la Cantina “Duca della Corgna” grazie alla felice intuizione dei suoi amministratori ed enologi è stata la prima a credere nelle potenzialità qualitative di questo vitigno oltre venti anni fa ed oggi sia stata seguita con successo da altre Cantine dell’area del Trasimeno con pregevoli risultati e pari riconoscimenti”.
“Gli ottimi risultati ottenuti al Grenaches du Monde dimostrano che il nostro lavoro di valorizzazione e rilancio di questo vitigno autoctono sta dando i suoi frutti – commenta Emanuele Bizzi, Presidente del Consorzio Tutela Vini Trasimeno – e grazie alla passione e all’impegno dei nostri soci, i vini della DOC a base Gamay del Trasimeno si stanno facendo conoscere ed apprezzare sempre di più in tutto il mondo.”



Autore: Ufficio Stampa
Info: umbria@confcooperative.it